Domenico Nordio, il libro nero di uno strimpellatore - Domenico Nordio, violinist

Vai ai contenuti
BLOG post 1
Domenico Nordio
IL LIBRO NERO DI UNO STRIMPELLATORE
#libronerdiunostrimpellatore

2011 - SONO TROPPO SUPERFICIALE
pubblicato il 26.09.2016

2011, MARZO

"Ho sempre pensato che suonare Piazzolla fosse una moda passeggera e che l’argentino venisse eseguito solo dai musicisti incapaci di un repertorio più “serio”. Mamma mia, che atteggiamento superficiale.

In ‘sti giorni sono alle prese con le Cuatro Estaciones Porteñe nella versione per violino e orchestra d’archi e ho scoperto che il bandoneonista era decisamente un buon compositore e non scriveva per niente facile, anzi. Bella musica, da non rendere retorica e da tenere dentro gli alvei del buon gusto. Ho da fare le Stagioni in Russia la settimana prossima e c’è ancora bisogno di lavorarle un pochino: alcuni colpi d’arco sono diversi dall’usuale  e devo controllare per bene dei ritmi decisamente scivolosi.

Chi mi conosce sa che non amo dare giudizi sui colleghi (anche molto illustri), ma non posso non rimanere a bocca aperta ascoltando il cd delle Estaciones eseguite da Kremer e della sua Kremerata o vedere sul tubo la versione live dell’Otoño suonato da Rachlin. Strabilianti. Mea maxima culpa, non sapevo che anche i grandi si cimentassero nei tanghi (la mia ignoranza è scandalosa, direte Voi: avete ragione!). Mi rincuora invece che sempre sul tubo esistano centinaia di video nei quali mediocri dilettanti (anche tanti italiani, purtroppo) si arrabattano con la musica dell’argentino, storpiando note e sbagliando completamente l'atteggiamento musicale. Meglio così, almeno la mia tesi iniziale ha un minimo, parziale fondamento. Eppoi ogni tanto ascoltare suonar male (gli altri) aiuta a non sentirsi del tutto inadeguati".


©Domenico Nordio, 2016
#libronerodiunostrimpellatore



IL LIBRO NERO DI UNO STRIMPELLATORE

INDICE
©Domenico Nordio, 2016
project by Laguna Blu
Torna ai contenuti