Domenico Nordio, il libro nero di uno strimpellatore - Domenico Nordio, violinist

Vai ai contenuti
BLOG post 1
Domenico Nordio
IL LIBRO NERO DI UNO STRIMPELLATORE
#libronerdiunostrimpellatore

2011 - ROCK STAR PER UN GIORNO
pubblicato il 30.09.2016

2011, aprile

"Ieri Misha ed io abbiamo suonato a Chita (una città siberiana quasi ai confini con la Mongolia) nel concerto conclusivo di un festival crossover (credo si dica così). La sala era piena zeppa di gente, ma piena sul serio, e con un sacco di ragazzi vestiti in modo molto casual.

Prima del nostro ingresso in scena c'è stata una curiosa presentazione all'americana con luci psichedeliche e jingle sparato ad alto volume. Il concerto è stato proiettato su tre maxi schermi distribuiti lungo tutto il palcoscenico (sdoppiamento totale: mentre suonavo non potevo non dare una sbirciatina e così controllavo se stavo tirando l'arco dritto... no comment...). Ci siamo esibiti in un'ambientazione da palasport, ma immersi in un silenzio di tomba e in una sala dall'eccellente acustica. Roba da rock star.

La nostra comparsata a Chita è stata un successo, con tanto di press conference finale e valigia riempita dai regali fatti dai nostri fans. Questa mattina siamo ripartiti per Mosca con un volo di otto ore della Ural Airlines. Al momento dell'annuncio dell'atterraggio a Ekaterinburg per uno scalo intermedio due hostess, una bionda e molto uralica, l'altra mora e più moscovita, ci hanno chiesto foto e autografi. Insomma, l'intero equipaggio del volo Ural Airlines ieri è stato al nostro concerto. Inutile dire che per un istante mi sono sentito una superstar, al punto che ho cercato di sistemarmi un minimo per non venir ritratto troppo male (invece ne sono uscito con le occhiaie degne di uno zombie, ma è da una settimana che non dormo per più di due ore di fila).

Certo, vien naturale l'ennesima, impietosa conclusione. In Russia la musica classica è ancora un fenomeno culturale di massa (credo si dica così), le sale sono sempre piene e sono frequentate anche da spettatori non particolarmente esperti. Da noi che succede? I Taetri spesso sono vuoti, l'età media del pubblico è da ospizio, vai sui giornali solo se uccidi qualcuno e le hostess della nostra compagnia di bandiera ti offrono a malapena un bicchier d'acqua da bere. Ho da stare qui ancora qualche giorno, in attesa che mi capiti qualcos'altro di straordinario".


©Domenico Nordio, 2016
#libronerodiunostrimpellatore

IL LIBRO NERO DI UNO STRIMPELLATORE

INDICE
©Domenico Nordio, 2016
project by Laguna Blu
Torna ai contenuti