Domenico Nordio, il libro nero di uno strimpellatore - Domenico Nordio, violinist

Vai ai contenuti
BLOG post 2
Domenico Nordio
IL LIBRO NERO DI UNO STRIMPELLATORE
#libronerdiunostrimpellatore


2017 - "INSANA ACCADEMIA"
pubblicato il 16.11.2017

2017, novembre

"Un po' di (in)sana accademia, ok?
Dire che imbracciare il violino deve essere come "bere un bicchier d'acqua" è un'idiozia che ha rovinato intere generazioni di potenziali solisti. Posizione innaturale a parte (è forse normale che una scatola di legno sia incastrata fra mento e spalla?), il suono del violino è prodotto dalle corde sfregate dall'arco, non dall'arco che si muove sulle corde, e le corde possono essere messe nella vibrazione giusta solo "spingendo verso il basso" la bacchetta (in termine tecnico: "cavando") e quindi facendo fatica. Certo, si può scegliere di avere un suonino flebile al limite dell'inudibile (e quindi di essere completamente inutili), ma mi pare non sia una decisione saggia, soprattutto nelle sale da concerto di oggi che sono sempre più grandi e, in molte parti del mondo, acusticamente sempre più asciutte.

E occhio all'altro equivoco assurdo, eh: suonar piano non vuol dire "produrre un suono superficiale", vuol semplicemente dire "produrre un suono corposo, ma con un volume inferiore a quello del forte". Insomma, "volume" e "corpo" hanno due significati ben distinti. Sì.".


©Domenico Nordio, 2017
#libronerodiunostrimpellatore
IL LIBRO NERO DI UNO STRIMPELLATORE

INDICE
©Domenico Nordio, 2016
project by Laguna Blu
Torna ai contenuti